Home Attività Parlamentare Il M5S sfida il “Sistema” Cooperativo #LaCoopSonoLoro

Il M5S sfida il “Sistema” Cooperativo #LaCoopSonoLoro

247
1
CONDIVIDI
Il M5S sfida le cooperative

Il Movimento Cinque Stelle all’attacco del “Sistema” Cooperativo. In data 31 luglio ho presentato unitamente ai co-firmatari Carlo Sibilia, Vega Colonnese e Cosimo Petraroli, una interrogazione parlamentare a risposta scritta (prot. n. 4/10087) rispetto alle anomalie ed i vuoti normativi nella gestione e nel funzionamento del sistema cooperativo italiano.

Destinatari dell’interrogazione parlamentare sono i Ministeri dello Sviluppo Economico, quello dell’Interno, quello della Giustizia e la Presidenza del Consiglio dei Ministri. In qualità di portavoce del Movimento 5 Stelle abbiamo agito non soltanto mossi dai sempre più intollerabili scandali di corruzione e malgoverno degli Enti Cooperativi quotidianamente riportati dagli organi di stampa, ma soprattutto ascoltando le numerose microstorie di malfunzionamento e prevaricazione di un sistema sociale che appare sostanzialmente svincolato da forme di autorità giuridico amministrative. L’interrogazione solleva forti perplessità rispetto alla costruzione del processo decisionale interno alle cooperative, potenzialmente capace di alimentare logiche di potere clientelari e sulla trasparenza di queste Società (il libro soci resta sostanzialmente inaccessibile non solo al pubblico ma ai soci stessi). La concentrazione del potere decisionale e le prevaricazioni sui diritti dei singoli cittadini appaiono le questioni più dirimenti che i parlamentari del Movimento 5 Stelle tengono a sollevare. Uno dei punti più salienti è infatti la sostanziale inappellabilità delle decisioni interne alla Cooperativa, anche se dichiarate illegittime dall’autorità giudiziaria.Un vuoto normativo intollerabile e capace di alimentare gestioni e comportamenti che contraddicono i principi mutualistici e solidaristici sui quali è nato il sistema cooperativo italiano.

 

• Segue il testo integrale dell’interrogazione parlamentare  > Link

 

 

 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/10087 Dati di presentazione dell’atto Legislatura: 17 Seduta di annuncio: 473 del 31/07/2015 Venerdì 31 luglio 2015, seduta n. 473 TOFALO, PETRAROLI, SIBILIA e COLONNESE. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell’interno, al Ministro della giustizia .

— Per sapere – premesso che:

l’articolo 47 della Costituzione prevede che la proprietà privata è riconosciuta e garantita dalla legge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di assicurarne la funzione sociale e di renderla accessibile a tutti;

le cooperative edilizie sono società senza scopo di lucro, la cui finalità è la costruzione di abitazioni destinate ai propri soci;

per questo comprare casa tramite le cooperative, può risultare vantaggioso per chi non ha tante disponibilità economiche;

con vari articoli per mezzo stampa, si evincono criticità su quella che sia la reale ed effettiva gestione di queste cooperative criticità che si ripercuotono sulla vita dei cittadini

1. Quale iniziative di competenza intenda assumere, anche sul piano normativo, per risolvere le criticità emerse come ad esempio la predisposizione da parte delle cooperative di graduatorie limitate a progetti di non ancora precostituita fattibilità;

2. Se intenda assumere iniziative normative per vincolare le decisioni di allontanamento effettuate dai consigli d’amministrazione delle cooperative e la riassegnazione degli alloggi, ad eventuale pronuncia dell’autorità giudiziaria che ratifichi tale decisione;

3. Se intenda assumere iniziative affinché le cooperative pubblichino il proprio libro soci, o almeno lo rendano accessibile agli stessi soci della cooperativa;

4. Quali iniziative intenda mettere in atto per eliminare il vuoto normativo che permette ai soci che abbiano soddisfatto le loro esigenze, di poter delegare e quindi esprimere preferenze su progetti su cui non hanno alcun interesse.

[divider]

Per ulteriori approfondimenti e soprattutto per non dimenticare —> link

Commenta questo post

1 commento