Home Articoli in evidenza Impianti di compostaggio di comunità nella Provincia di Salerno

Impianti di compostaggio di comunità nella Provincia di Salerno

162
0
CONDIVIDI
compostaggio-meetup-provincia-di-salerno

Si moltiplicano le iniziative di cittadini salernitani interessati alla protezione dell’ambiente ed alla tutela del territorio in diversi Comuni della Valle dell’Irno e non solo.

Nei giorni scorsi, a seguito di un forte ed efficace coordinamento di diversi gruppi cittadini (meetup), nei Comuni di Pellezzano, Baronissi, Fisciano, Mercato San Severino, Salerno e Roccapiemonte sono state protocollate le richieste per far recepire la Delibera della Regione Campania n.71 del 22 Febbraio 2017.

Si tratta delle Delibera riguardante la localizzazione degli impianti di compostaggio di comunità, il trattamento della frazione organica dei rifiuti, cose con le quali è possibile poi attivare un’azione strategica per raggiungere un equilibrio stabile nella gestione integrata dei rifiuti urbani.

I Comuni hanno la possibilità, senza alcun costo a loro carico, di poter manifestare un interesse entro e non oltre il prossimo 13 marzo ad integrare il proprio sistema di gestione dei rifiuti con una rete di piccoli impianti di compostaggio, definiti appunto “di comunità”.

Ogni impianto, che non produrrà emissioni inquinanti, grazie ad un sistema di biofiltrazione degli scarichi, sarà in grado di sottrarre gli scarti organici al costo di trasporto e trattamento presso impianti industriali di compostaggio. Questo potrà essere sicuramente un primo passo per chiudere definitivamente il ciclo dei rifiuti nel luogo stesso di produzione, senza impatti ambientali e applicando i principi dell’economia circolare. Ora, la parola passa alle Amministrazioni comunali che entro il prossimo 13 Marzo dovranno decidere se fare richiesta alla Regione.

I diversi Meetup che hanno portato avanti questa azione (Baronissi, Fisciano, Mercato San Severino, Pellezzano, Roccapiemonte, Salerno) si auspicano che i Comuni non si lascino sfuggire questa grande occasione che permetterà una riduzione della tassa sui rifiuti ai cittadini che conferiranno i propri scarti organici nella Compostiera di Quartiere, oltre a far del bene all’ambiente.

Commenta questo post