Home Sicurezza Partecipata Intelligence Collettiva: il concetto di sicurezza partecipata

Intelligence Collettiva: il concetto di sicurezza partecipata

560
1
CONDIVIDI
intelligence-collettiva-il-concetto-di-sicurezza-partecipata

Cos’è la sicurezza partecipata?

Abbiamo analizzato gli aspetti della sicurezza attraverso l’analisi dei tre principali nodi del Sistema Paese: singolo individuo, azienda e governo. Oggi è impensabile, se si vuole lavorare in modo efficace per la sicurezza del predetto sistema, non considerare costantemente interconnessi questi tre nodi fondamentali.

Non possiamo infatti garantire la sicurezza dell’intero sistema agendo soltanto su alcuni singoli nodi, essendosi ormai fortemente estesa la superficie di vulnerabilità dell’individuo.

L’unico modo per combattere l’impalpabile e nebuloso insieme delle minacce (cibernetiche, terroristiche, economico finanziarie, ecc.) è creare una joint venture tra cittadini, imprese e Stato, capace di migliorare il grado di resilienza del Sistema Paese.

In questa rete integrata di interessi individuali, associati e collettivi, la cooperazione consapevole di questi interlocutori dà vita all’attuale ed innovativo concetto di “Sicurezza Partecipata”, un modello il cui raggiungimento sarà pienamente possibile solo attraverso una corretta ed efficace diffusione della cultura della sicurezza.

I temi dell’intelligence, un tempo bagaglio culturale esclusivo di chi aveva la responsabilità di gestire il potere, devono diventare oggi patrimonio collettivo indispensabile per la conservazione e la prosperità del sistema.

Al concetto di Intelligence militare, civile ed aziendale oggi dobbiamo sostituire la nozione ben più ampia di Intelligence Collettiva.

Commenta questo post

1 commento