Home Articoli in evidenza Flussi migratori e sicurezza cibernetica: l’analisi del vertice Nato tenutosi a Bruxelles

Flussi migratori e sicurezza cibernetica: l’analisi del vertice Nato tenutosi a Bruxelles

Ne parlo in una intervista rilasciata a formiche.net

3423
0
Immigrazione e cyber security-vertice-nato

Immigrazione e cyber security: l’analisi del vertice Nato tenutosi a Bruxelles in una intervisa a formiche.net

Il vertice Nato tenutosi a Bruxelles ha permesso di evidenziare a quei Paesi che prima ritenevano il problema dell’immigrazione solo italiano, l’importanza di concentrare l’attenzione nel Mediterraneo. I flussi migratori devono essere governati e non subiti, per questo non dobbiamo più parlare di Libia e Italia, adesso è necessario aprire il focus su Africa ed Europa.

Al tavolo della Nato abbiamo parlato, tra le altre cose, anche di cyber security. Siamo stati bravi a far chiedere di far rientrare le spese per la sicurezza cibernetica a livello nazionale nel 2% del PIL: si tratta di un investimento che riguarda il settore civile oltre a quello militare.

In un’intervista rilasciata a Formiche.net ho commentato l’esito del vertice di Bruxelles e ho avuto l’opportunità di parlare, in maniera approfondita, di altre diverse importanti tematiche, dal programma F-35 all’Hub di Napoli, passando per il rapporto con la Tunisia, la cyber security, l’avvicendamento al vertice dello Stato Maggiore della Difesa e il rispetto del 2% di spese per la difesa in rapporto al Pil al centro delle più recenti richieste della Casa Bianca.

E’ possibile leggere qui l’intervista completa rilasciata a formiche.net.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here