Home Intelligence Collettiva: Appunti di un Ingegnere rapito dai Servizi Segreti

Intelligence Collettiva: Appunti di un Ingegnere rapito dai Servizi Segreti

INTELLIGENCE COLLETTIVA
Appunti di un Ingegnere rapito dai
SERVIZI SEGRETI

• Ordina il libro •


INTELLIGENCE COLLETTIVA
Appunti di un Ingegnere rapito dai
SERVIZI SEGRETI

di Angelo Tofalo
Edito dalla Fondazione Margherita Hack

INTELLIGENCE COLLETTIVA

Un agile strumento per consentire a tutti di comprendere i ruoli, l’organizzazione e le responsabilità che sono in capo a quelli che impropriamente spesso vengono chiamati
Servizi Segreti Italiani

 

Una imperdibile opportunità per comprendere cosa sono i Servizi Segreti, come opera l’Intelligence ed entrare a fondo in questo affascinante mondo.

«Un lavoro estremamente diretto che raccoglie le schematizzazioni e i ragionamenti di tanti professionisti del settore, che si occupano o si sono occupati di Intelligence a diversi livelli.»

ANGELO TOFALO

Classe 81, Ingegnere Civile, specializzato in Ingegneria Geotecnica e Idraulica all’Università degli Studi di Salerno. 
Nel 2016 consegue il Master di secondo livello in “Intelligence e Sicurezza”.
Tra le diverse attività svolte in campo ingegneristico, lavora per circa 5 anni nel settore della Progettazione di Opere Strategiche, su attività richiedenti un elevato livello di NOS (Nulla Osta Sicurezza). 
Nel 2013 viene eletto deputato della Repubblica.
Fa parte della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici, e poi della IV Commissione Difesa. Componente del COPASIR, il Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica. É relatore del cosiddetto DL “Antiterrorismo”, riguardante, tra le altre cose, le misure urgenti per il contrasto al terrorismo, anche di matrice internazionale.
Nella stessa Legislatura è relatore della “Relazione sulle procedure e la normativa per la produzione ed utilizzazione dei sistemi informatici per l’intercettazione di dati e comunicazioni”, approvata dal COPASIR. Rieletto alla Camera dei deputati nel 2018, il 12 giugno viene nominato Sottosegretario di Stato alla Difesa nel Governo guidato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il 16 Settembre 1019 viene rinominato Sottosegretario di Stato alla Difesa nel Governo Conte II. Nascono in questi anni il Comando per le Operazioni in Rete (C.O.R) e il Comando per le Operazioni Spaziali (C.O.S.).
Founder di importanti comitati di studio e divulgazione su temi strategici per il Paese quali: Intelligence Collettiva, Difesa Collettiva ed Italian Open Lab.

RAFFAELE VOLPI

Un percorso politico iniziato negli enti locali e proseguito prima alla Camera dei Deputati, come membro della Commissione Affari Costituzionali della giunta del regolamento, dell’Osservatorio della Camera dei Deputati sui fenomeni di xenofobia e razzismo e del Comitato di controllo e vigilanza sull’immigrazione e della Commissione sulle attività illecite del ciclo dei rifiuti, poi al Senato della Repubblica come Segretario nel Consiglio di Presidenza. In questa legislatura ha già ricoperto il ruolo di Sottosegretario di Stato alla Difesa e di Presidente del COPASIR, dimostrando in entrambe le cariche una spiccata sensibilità e grande attenzione alla difesa dei nostri assetti produttivi nazionali sia pubblici che privati.

FELICE CASSON

Magistrato per 25 anni, ricoprendo le funzioni sia di Giudice istruttore che di Pubblico Ministero ha condotto molte inchieste, soprattutto in tema di eversione e terrorismo sia interno che internazionale, lotta alla corruzione, sicurezza ambientale, tutela dei lavoratori e della popolazione dell’esposizione ad agenti cancerogeni.
Eletto per tre volte al Senato della Repubblica, ha ricoperto in particolare i ruoli di Vice Presidente della Commissione Giustizia e di Segretario del Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica (COPASIR).
Le sue battaglie per la legalità hanno caratterizzato anche la produzione saggistica e la ricca attività accademica e di consulenza, soprattutto all’estero e anche con ONU-DC.

MARCO SANTARELLI

Professore di Semiotica, Design Management, Corsi in Security by Design, Filosofia delle Relazioni e Intelligence delle Cose. Responsabile Laboratorio IC2 Lab di Intelligence, Communication and Complexity. Presidente della Commissione Ricerca e Cibernetica in Poliarte, Accademia di Belle Arti e Design. Direttore Scientifico ReS ON Network – Intelligence and Global Defence di Londra e Fondazione Margherita Hack. 

GENNARO VECCHIONE

Già Direttore Generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS), l’organo della Presidenza del Consiglio dei ministri cui spetta il coordinamento dell’intera attività di informazione per la sicurezza, ivi incluso il contesto della sicurezza cibernetica nazionale (Presidenza del Nucleo per la Sicurezza Cibernetica – NSC e organizzazione e funzionamento del Computer Security Incident Response Team – CSIRT italiano).
Già Direttore della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia presso il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza), ha ricoperto incarichi apicali all’interno della Guardia di Finanza, svolgendo attività operativa, addestrativa, di Stato maggiore, analisi e formazione.

GIAMPIERO MASSOLO

Presidente dell’ISPI, Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, e Presidente di Fincantieri SpA. È stato Consigliere. In seguito Capo del Servizio Stampa del Presidente del Consiglio. In seguito Capo del Servizio Stampa e Informazione della Farnesina e Portavoce del Ministro degli Esteri. Ancora Vice Segretario Generale, Direttore Generale per gli Affari Politici Multilaterali ed i Diritti Umani, Capo Gabinetto del Ministro degli Esteri, Ambasciatore dal 2006, è stato Direttore Generale per il Personale e Segretario Generale del Ministro degli Esteri, Rappresentante personale del Presidente del Consiglio per il G8 e per il G20.
Infine è stato Direttore Generale del DIS: Dipartimento delle informazioni per la Sicurezza.

UMBERTO SACCONE

Ha trascorso 33 anni nell’Arma dei Carabinieri e nel SISMI, Servizio Informazioni e Sicurezza Militare, dopo ha ricoperto numerosi incarichi sia in Italia sia all’estero. Nel 2006 ha lasciato il Servizio per andare a ricoprire l’incarico di Direttore della Security dell’ENI, la prima società quotata in Italia e una delle big company nel settore oli e gas. In ragione della sua esperienza maturata nel mondo dell’Intelligence, è membro di numerosi comitati scientifici.
Sull’argomento ha scritto pareri e articoli per giornali e riviste specializzate.

ADRIANO SOI

Vanta una carriera ricca di incarichi, tra cui impieghi sotto la Presidenza del Consiglio.
È attualmente docente di Security Studies presso diversi poli formativi e scrive su testate nazionali ed internazionali principalmente sui temi della Geopolitica e dell’Intelligence.

ALFREDO MANTICI

Laureato in Medicina, frequentava l’Accademia Navale della Marina Militare per poi entrare, nel 1979, al SISDE, Servizio per le informazioni e la sicurezza democratica, dove è stato Direttore Analisi, Vicedirettore della Divisione Relazioni Esterne, Direttore delle Divisioni Contro-Minaccia Diversificata ed Economica e Industriale, Capo della Scuola di addestramento del Servizio e del Dipartimento Analisi Strategica. È stato Consigliere e membro di diversi comitati e commissioni in capo alla Presidenza del Consiglio.
Svolge attività di docenza presso diverse Università e divulgazione su giornali e riviste specializzate.

MARIO CALIGIURI

Professore ordinario all’Università della Calabria, è considerato uno dei massimi studiosi di Intelligence a livello accademico del nostro Paese.
All’Università della Calabria: nel 1999 ha introdotto lo studio dell’Intelligence nell’ambito dell’insegnamento di “Teoria e tecniche della comunicazione pubblica”; nel 2007 ha promosso il Master in Intelligence, primo nel nostro Paese e avviato su sollecitazione del Tra i testi scritti e curati, ricordiamo: Intelligence e Università: un punto di vista Italiano (2003), Cossiga e l’Intelligence (2011), Intelligence e scienze umane. Una disciplina accademica per il XXI secolo (2016), Cyber intelligence. Tra libertà e sicurezza (2016), Intelligence e magistratura. Dalla diffidenza reciproca alla collaborazione necessaria (2017), Aldo Moro e l’Intelligence. Il senso dello Stato e le responsabilità del potere (2018), La rivoluzione dietro l’angolo. Come il disagio sociale digitale minaccia la sicurezza nazionale (2019), Intelligence studies. Un’analisi comparata tra l’Italia e il mondo angloamericano, con Giangiuseppe Pili (2020). Inoltre con Giorgio Galli ha scritto Come si comanda il mondo. Teoria, volti, intrecci (2017) e Il potere che sta conquistando il mondo. Le multinazionali dei Paesi senza democrazia (2020).

ALDO GIANNULI

È ricercatore di Storia Contemporanea presso l’Università degli Studi di Milano. È stato consulente delle Procure di Bari, Milano (strage di piazza Fontana), Pavia, Brescia (strage di piazza della Loggia), Roma e Palermo.
Dal 1994 al 2001 ha collaborato con la Commissione Stragi ed è salito alla ribalta delle cronache giornalistiche quando nel novembre 1996 ha scoperto una gran quantità di documenti non catalogati dell’Ufficio Affari Riservati del Ministero dell’Interno, nascosti, nell’ormai rinomato “archivio della via Appia”. Oggi è un instancabile divulgatore.

NICOLA BONACCINI

Esperto di Comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, coordinatore e responsabile scientifico dell’Area Comunicazione della Scuola Nazionale dell’Amministrazione SNA e Professore a contratto in Comunicazione Pubblica presso l’Università degli Studi Internazionali di Roma. Come esperto in progettazione dei percorsi di crescita delle risorse umane è consigliere del Ministro della Difesa e ha realizzato progetti per numerose aziende ed istituzioni tra cui il Ministero degli Affari Esteri, la Marina Militare, l’Esercito Italiano, Telecom Italia, Eni, Enel, Hewlett Packland, Inail.
È Direttore didattico del Master in Comunicazione Politica di Eidos Communication.

NICOLA GELAO

Inizia i suoi studi alla Scuola Militare Nunziatella per poi approdare prima all’Accademia Militare di Modena e poi alla Scuola di Applicazione di Torino conseguendo la Laurea in Scienze Strategiche. Ha frequentato inoltre sia il 117° corso di Stato Maggiore che il 1° corso di Stato Maggiore Interforze presso la Scuola di Guerra di Civitavecchia. Specializzato in “Peace Keeping and Security Studies” presso l’Università degli Studi ROMA TRE (RM), ha conseguito la Laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l’Università di Trieste.
Una carriera ricca di esperienze in Italia e all’estero gli ha consentito di ricoprire importanti ruoli di responsabilità in capo all’Esercito Italiano, come Capo del Reparto Sicurezza, ed allo Stato Maggiore della Difesa, prima come Direttore del Ce.Mi.S.S. e poi Direttore dell’Istituto Alti Studi per la Difesa.

LUIGI PANELLA

Ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (LUISS) di Roma in data 17.11.1987, discutendo una tesi sulla “Frode fiscale”, relatore il Prof. Giovanni Maria Flick, con votazione di 110/110 e lode e invito a curare la pubblicazione della tesi. È iscritto dal 1991 all’Ordine degli Avvocati di Roma; dal 2003 è abilitato al patrocinio innanzi alla Corte Suprema di Cassazione. Dal 1987 al 1996 ha collaborato con la cattedra di Diritto Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza della LUISS di Roma. Dal 1988 al 1989 ha prestato servizio militare come ufficiale di complemento dell’Arma dei Carabinieri; assegnato all’Ufficio Addestramento della Scuola Ufficiali Carabinieri, in Roma, ha curato la preparazione del corso di Diritto Penale dell’Economia. Dal 2006 è titolare dello Studio Legale Panella, sito in Roma, via Frattina, 81. È stato difensore in numerosi procedimenti penali di rilievo nazionale, tra i quali: processo ENIMONT; processo per il sequestro di Abu Omar; processo per i c.d. “dossier illegali” Telecom etc. È coordinatore e docente dell’area di Diritto Penale e Procedura Penale presso la Scuola Forense “Vittorio Emanuele Orlando” del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma. È presidente dell’Organismo di Vigilanza previsto dal Decreto Legislativo n. 231/2001 del Fondo Interbancario per la Tutela dei Depositi.

ANDREA MARGELLETTI

Nato a Genova nel 1966, Presidente del Ce.S.I. – Centro Studi Internazionali. Già Consigliere Strategico dal 2012 al 2018, è il Consigliere per le Politiche di Sicurezza e di Contrasto al Terrorismo del Ministro della Difesa. È stato in diverse occasioni relatore presso la Quarta Commissione “Politiche Speciali e Decolonizzazione” dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite New York per parlare della situazione di sicurezza nella regione del Sahel. È inoltre docente presso la Facoltà di Scienze delle Investigazioni e della Sicurezza dell’Università di Perugia e Narni, Scuola Nazionale di Formazione Intelligence, la Scuola Ufficiali e Sottufficiali dell’Arma dei Carabinieri, l’Istituto Alti Studi per la Difesa dello Stato Maggiore della Difesa, il Centro Studi Post-Conflict Operations dell’Esercito Italiano, al Scuola di Polizia Economico-Finanziaria e il Centro Addestramento di Specializzazione della Guardia di Finanza, il Centro Interforze Intelligence dello Stato Maggiore Difesa. Commentatore della RAI, Mediaset, CNN, Al Jazeera, SKY, MSNBC, TV2000 e Radio Rai per quanto attiene a problemi internazionali, Editorialista de Il Messaggero, Il Mattino e del gruppo QN Quotidiano Nazionale. È, inoltre, nell’Editorial Advisory Board del Journal of Current Affairs, rivista dell’Islamabad Policy Research Institute (IPRI). È autore del libro “Un mondo in bilico” edito da Eurilink. È Accademico ad Honorem dell’Accademia Angelica Costantiniana, Commendatore pro merito Melitensi dello SMOM – Sovrano Militare Ordine di Malta e Cavaliere dell’OMRI – Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il primo ed unico membro onorario delle Forze Speciali Italiane.

• Ordina il libro •


INTELLIGENCE COLLETTIVA
Appunti di un Ingegnere rapito dai
SERVIZI SEGRETI

di Angelo Tofalo
Edito dalla Fondazione Margherita Hack

Intelligence Collettiva - Appunti di un Ingegnere rapito dai Servizi Segreti
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi