Home Articoli in evidenza La storia delle Frecce Tricolori (Pattuglia Acrobatica Nazionale)

La storia delle Frecce Tricolori (Pattuglia Acrobatica Nazionale)

4215
2
Scopri di più sui Servizi Segreti

Uno degli spettacoli più emozionanti, che lascia tutti con il fiato sospeso e gli occhi puntati al cielo, unico al mondo.

Le scie bianche che diventano i colori della nostra bandiera racchiudono il significato della nostra appartenenza al Paese e sono uno dei motivi di vanto e orgoglio italiano.
Le Frecce Tricolori vennero istituite 59 anni fa, il 1° marzo 1961, quando l’Aeronautica Militare decise di avere un gruppo stabile dedicato all’acrobazia aerea.

La storia delle Frecce però si può far risalire ancora più lontano, quando a luglio 1929, su indicazione di Italo Balbo, il 1° Stormo organizzò un’esibizione acrobatica che riscosse un gran successo e dalla quale si decise di fondare la prima scuola di volo acrobatico nel 1930 a Campoformido che comprendeva all’inizio 5 aerei Fiat C.R.20 Asso. Il gruppo acrobatico venne chiamato la “Squadriglia Folle”.

Oggi, la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN), nome completo delle Frecce Tricolori, è composta da ben dieci aerei dei quali nove in formazione e un solista.

La storia italiana, fatta di racconti comuni, di valori, di tradizioni, di sacrificio e di attività al servizio della collettività, viene perfettamente racchiusa nel magnifico spettacolo delle Frecce Tricolori. Auguri a tutta l’Aeronautica militare e a tutti i piloti delle Frecce che mantengono intatto lo spirito di servizio e il forte senso di appartenenza, lasciandoci ogni volta tutti con il fiato sospeso. 🇮🇹

Scopri di più sui Servizi Segreti
Articolo precedenteL’Italia sul podio, grazie alle nostre Forze armate! 🏆
Articolo successivoCabina di regia su prevenzione e contrasto della tratta di esseri umani: prima riunione
Angelo Tofalo cittadino eletto al Parlamento con il movimento 5 stelle nella XVII e XVIII legislatura, già Sottosegretario di Stato alla Difesa

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui