Artificieri dell’Esercito disinnescano bomba seconda guerra mondiale a Torino

Gli artificieri dell’Esercito Italiano, in servizio al 32esimo Reggimento Genio Guastatori, hanno completato oggi il disinnesco di una bomba d’aereo inglese risalente alla Seconda Guerra Mondiale. L’ordigno dal peso di oltre 226 chili, con un cuore di 65 kg di esplosivo al tritolo, era stato rinvenuto nei giorni passati in un cantiere edile nel centro di Torino durante gli scavi.

Questa mattina presto, dalla “zona rossa” intorno a via Nizza, nel cuore della città, gli abitanti sono stati trasferiti nei padiglioni 2 e 3 di Lingotto Fiere, mentre ad altre 50mila persone, residenti nella “zona gialla”, è stato chiesto di lasciare la casa o di rimanere all’interno fino al termine delle operazioni.

Lo spazio aereo sopra la città è rimasto chiuso, il traffico dei treni alla stazione di Porta Nuova interrotto e i mezzi di superficie sono stati deviati o fermati per consentire il lavoro. Una macchina organizzativa molto complessa che ha coinvolto tutte le forze dell’ordine e ridotto al minimo i disagi per la popolazione.

Gli artificieri dell’Esercito hanno agito sulle due spolette che erano gravemente danneggiate. Una delle due è stata tagliata, l’altra disattivata. Un cannone ha sparato un getto ad altissima pressione di acqua e sabbia, tagliando l’involucro in acciaio senza provocare danni all’ordigno. Alle operazioni ha partecipato anche un piccolo robot che ha permesso di riportare al personale che operava da remoto le immagini del taglio. Alla fine dell’attività di disinnesco, la bomba è stata trasportata in una cava a Ciriè per esser fatta brillare.

Un grande grazie ai nostri operatori dell’Esercito 👍🇮🇹💪🏼

Gli artificieri dell’Esercito Italiano, in servizio al 32esimo Reggimento Genio Guastatori, hanno completato oggi il…

Pubblicato da Angelo Tofalo su Domenica 1 dicembre 2019

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here