Home Articoli in evidenza Adozioni cani militari e assistenza veterinaria: Le novità dalla Difesa

Adozioni cani militari e assistenza veterinaria: Le novità dalla Difesa

851
0
Adozioni-e-assistenza-veterinaria-per-i-cani-militari-e-novità-dalla-Difesa

Negli ultimi mesi abbiamo visto sui social della Difesa la campagna informativa avviata per coinvolgere i cittadini nell’adozione dei cani militari “in pensione”.

Quello delle adozioni dei nostri amici a quattro zampe non è un tema da sottovalutare, oggi ne ho parlato alla Camera dei Deputati, sottolineando l’importanza che questi svolgono nelle attività delle Forze armate.

Il Dicastero ha previsto la possibilità per i conduttori militari di ottenere, in via prioritaria, l’adozione e di fruire dell’assistenza veterinaria entro il limite di spesa annuale di 1.200 euro. Ciò permette che il legame tra cane militare e il conduttore venga preservato anche dopo il servizio.

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo accarezza cane militare

Con questa norma abbiamo voluto dare un segnale di gratitudine agli amici a quattro zampe per il lavoro prestato al mondo della Difesa, provvedendo anche all’aspetto finanziario per il mantenimento e la cura dell’animale. Tra l’altro, viene prevista la cessione gratuita anche a favore di enti, amministrazioni pubbliche, enti zoofili, università e privati cittadini che ne facciano richiesta. 

Vogliamo garantire che i cani militari possano vivere in un ambiente, sano, fatto di amore e cura, perché l’apporto che hanno dato al Ministero è eccezionale, grazie al loro fiuto e al profondo rapporto con le donne e gli uomini della Difesa ci hanno aiutato e facilitato le operazioni per la sicurezza di tutti i cittadini.

Assistenza veterinaria per i cani militari e adozioni: Info e Contatti

Maggiori informazioni

Sito internet Esercito Italiano: >Domanda di adozione<
Raccomandata A.R. Al Comando Logistico dell’Esercito – Ufficio Alienazioni, via Nomentana 274 – 00162 Roma;
PEC: comlog@postacert.difesa.it.

Sito internet Aeronautica Militare: >Adotta un cane azzurro<
Telefono (Aeronautica Militare): 0564445669
Email Aeronautica Militare: aerocinofili@aeronautica.difesa.it

Sito internet Carabinieri: >Amico a 4 zampe<
I cani da lavoro dell’Arma (pastori tedeschi o Labrador) una volta terminato il loro servizio, vengono riformati e dati in dono alle persone di provata cinofilia che ne facciano richiesta alla propria Regione CC di appartenenza.

Assistenza veterinaria per i cani militari e adozioni: Risposta all’interrogazione

Interrogazione a risposta scritta dell’Onorevole Iorio e altri n. 5-03210

RISPOSTA

I nuclei cinofili dell’Esercito, composti da un militare qualificato conducente cinofilo ed un cane qualificato Military Working Dog, sono uno strumento operativo che costituisce, per i nostri militari in Patria e all’estero, un significativo sensore in grado di rilevare la presenza di sostanze esplosive.

Riguardo alla vita operativa del quadrupede, essa ha termine allorquando il cane non è più in grado di garantire gli standard richiesti dall’impiego; gli animali non più idonei sono riformati con deliberazione di una apposita commissione, dopodiché l’Autorità logistica centrale concede l’autorizzazione alla cessione degli stessi; in merito, l’art. 534, comma 3, del DPR n. 90/2010 (Testo Unico delle disposizioni regolamentari in materia di Ordinamento Militare – TUOM) prevede la cessione gratuita a favore di enti, amministrazioni pubbliche, enti zoofili o associazioni dotate di personalità giuridica, privati cittadini che ne facciano richiesta, università per le esigenze delle facoltà di medicina veterinaria o di altri istituti scientifici.

Tanto premesso, il Decreto Legislativo 27 dicembre 2019, n. 173 recante “Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze Armate”, pubblicato lo scorso 5 febbraio, nel recepire un’iniziativa avanzata dal Dicastero della Difesa, ha novellato il decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 (Codice dell’Ordinamento Militare) inserendo l’Art. 1837-ter che statuisce in termini di assistenza in favore del personale militare cessionario dei cani delle Forze armate riformati.

In particolare, tale norma prevede che, a decorrere dal 2020, il personale militare conduttore dei cani delle Forze armate riformati, in quanto non più idonei al servizio, possa ottenerne, in via prioritaria, la cessione a titolo gratuito, fruendo dell’assistenza veterinaria ai sensi dell’articolo 533 del citato TUOM, entro il limite di spesa annuale di 1.200 euro per ciascun cane.

La novella in questione, nell’assicurare al Military Working Dog la necessaria tutela e il dovuto riconoscimento per il servizio reso, costituisce un significativo ausilio anche per il militare che, in virtù del legame instauratosi con il proprio partner operativo, ha inteso continuare a prendersene cura.

Tale provvedimento, nel costituire una doverosa gratificazione per una parte di vita donata all’Istituzione, contribuisce a perpetuare, anche dopo il servizio attivo, quel legame tra uomo e animale instauratosi il primo giorno di addestramento e quotidianamente cementatosi attraverso la reciproca fiducia e il mutuo supporto, determinanti per affrontare e superare le situazioni di rischio e di sacrificio condivise dai due nella vita militare.

La ratio della disposizione normativa è rinvenibile nella circostanza che la cessione gratuita di un cane riformato al suo ex-conducente risponde a principi di garanzia e tutela della salute e del benessere dell’animale stesso, oltre che ad un sentimento di legame e riconoscenza per aver prestato servizio nella Forza Armata; nondimeno, sotto l’aspetto finanziario sussiste, comunque, l’obbligo per il militare di farsi carico del mantenimento e della cura del quadrupede.

In ultimo, si rende noto che in ambito Difesa sono state avviate campagne informative tese a coinvolgere anche il privato cittadino nell”‘adozione” dei cani riformati, ampliando, in tal modo, la platea delle persone interessate a tale iniziativa meritoria.

  • Assistenza veterinaria per i cani militari e adozioni novità dalla Difesa
  • Assistenza veterinaria per i cani militari e adozioni novità dalla Difesa
  • Assistenza veterinaria per i cani militari e adozioni novità dalla Difesa

Adozione dei cani delle Forze armate "in pensione": le novità dal Ministero della Difesa.Negli ultimi mesi abbiamo…

Pubblicato da Angelo Tofalo su Giovedì 28 maggio 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui