Alessandro Sandrini ostaggio liberato servizi segreti italiani

Prima di lui, sempre grazie ai nostri Servizi, erano stati liberati Zanotti e Favalli

Complimenti alla nostra Intelligence che ha riportato a casa un altro connazionale. È stato infatti da poco liberato Alessandro Sandrini, tra Siria e Turchia.

Dopo la cattura di Cesare Battisti e le liberazioni di Sergio Favalli e Sergio Zanotti, i nostri Servizi raggiungono un ennesimo importante risultato.

Ciò a testimonianza delle attente scelte del Presidente del Consiglio, prof. Giuseppe Conte. I miei più sinceri complimenti dunque al Direttore del DIS, prefetto Gennaro Vecchione, al Direttore Dell’AISE, Generale Luciano Carta, e al Direttore dell’AISI prefetto Mario Parente.

Quello dei rapimenti resta un tema di grande attualità, di cui si è parlato proprio di recente in un evento dove il prof. Umberto Saccone ha analizzato i 126 casi all’estero dal 2001 al 2018 per un totale 7926 giorni di prigionia. In virtù di ciò, mi sono permesso di suggerire alla Presidenza del Consiglio di rendere strutturale un tavolo di crisi interdisciplinare per la gestione di questi tragici eventi.

Ancora complimenti a tutti gli uomini e alle donne dei nostri Servizi Segreti, buon lavoro ai Direttori, e soprattutto buon lavoro al Premier Conte impegnato nelle prossime imminenti nomine e cambi dei Vice Direttori così come legge prevede e consente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here