Home Articoli in evidenza Rinvio del Consiglio comunale Salerno: campa cavallo che l’erba cresce

Rinvio del Consiglio comunale Salerno: campa cavallo che l’erba cresce

188
0
CONDIVIDI
consiglio-comunale-di-salerno
consiglio-comunale-di-salerno

Rinvio del Consiglio comunale Salerno: campa cavallo che l’erba cresce

Il consiglio Comunale di Salerno sta commettendo per l’ennesima volta un abuso.

Il Consiglio ha il dovere di pronunciarsi sulla situazione di incompatibilità di De Luca, che occupa da quasi 300 giorni due poltrone facendo carta straccia della legge e della decenza politica.

Oltre ad integrare un illecito penale il rinvio immotivato determina una situazione di persistente inadempimento che rafforza ulteriormente l’ipotesi di scioglimento dell’assise.

Il Consiglio comunale deve prendere atto della deliberazione di incompatibilità emessa dall’antitrust che sebbene impugnata non è stata sospesa dal Tar del Lazio.

Il Consiglio comunale deve prendere atto della dichiarata decadenza sancita dal tribunale di Salerno.

Il Consiglio comunale deve prendere atto che il governo dimissionario rimane in carica fino a quando non viene sostituito dal successivo governo, il che avviene dopo che il nuovo parlamento concede la fiducia al nuovo esecutivo ed il nuovo governo diventa operativo dopo il giuramento.

Il Consiglio comunale deve prendere atto che rappresenta la casa di tutti i salernitani e non la “depandance” del decaduto Vincenzo de Luca.

Fare slittare il consiglio comunale è un abuso oltre che l’ennesimo atto di arroganza da parte di un sindaco convito di gestire la città come se fosse solo “cosa sua”.

 

Andrea Cioffi, Mimmo Pisano, Silvia Giordano, Angelo Tofalo

Commenta questo post