Home Attività Parlamentare I Vigili del Fuoco di Sarno e la caserma fantasma.

I Vigili del Fuoco di Sarno e la caserma fantasma.

182
0
CONDIVIDI
Targa marmo Vigili del Fuoco Centro Polifunzionale Sarno
Targa marmo Vigili del Fuoco Centro Polifunzionale Sarno

Non molti giorni fa ho protocollato una interrogazione in merito alla frana di Sarno e Quindici.
vai all’interrogazione >> clicca qui

La città di Sarno vive una paura costante dovuta al rischio idrogeologico che  deriva dal bacino idrografico dell’omonimo fiume.

Dalla frana del 1998, la cittadina si è leccata le ferite per i danni che ne sono derivati.

Tra le varie opere era previsto,  in zona PIP, la costruzione di un centro polivalente per ospitare i vigili del fuoco, ma questi non ha mai visto completamente la luce.

Questo centro polifunzionale si sviluppa su un’area di 68.000 m2 ed oggi è completamente abbandonato a se stesso.

La posizione logistica delle forze che si occupano di prevenzione e sicurezza è determinante per questa vasta area geografica poiché Sarno è situata al confine tra le province di Napoli, Salerno e Avellino.

Il Centro, inoltre, è posizionato a poche centinaia di metri dal casello dell’Autostrada A30 Caserta – Salerno e vicino al Presidio Ospedaliero “Martiri del Villa Malta”, per la sua collocazione strategica può essere una risorsa di supporto regionale in caso di forte emergenza idrogeologica,  sismica o di una eventuale eruzione vulcanica.

In un primo momento la struttura aveva ospitato i vigili del fuoco ma l’intero costo era assobito dal Comune e da cittadini privati,  difatti, nonostante le tante promesse, il Ministero degli interni si è defilato.

Attualmente la struttura è abbandonata a se stessa e fortemente degradata.

L’interrogazione che segue è volta a scoprire come è possibile che questa cittadina possa essere lasciata sola, dopo la gravità delle tragedie accadute neppure 15 anni fa.

 

[divider]

>> Qui l’interrogazione a risposta scritta pubblicata sul sito della camera

[divider]

Interrogazione a risposta scritta

Al Ministro degli interni

 

Per sapere –   Premesso che:

La città di Sarno è considerata zona ad alto rischio idro-geologico e ha già pagato un tributo in vite coi suoi oltre 100 morti nel 1998 a causa di una spaventosa Alluvione (Sarno e Quindici).
Fino a Gennaio 2013 nel comune era presente in zona Episcopio, un presidio dei Vigili del Fuoco, il cui canone di locazione per la struttura veniva corrisposto dall’Amministrazione Comunale, sostenuto in questo dal Ministero dell’Interno.

Alla richiesta del Comune, rivolta al ministero dell’Interno, di farsi carico dell’intero del canone di locazione, è seguita la chiusura del presidio, a fronte della dichiarazione di detto ministero di non voler far più fronte a questa spesa.

 

Nel mese di Agosto 2013 dopo varie manifestazioni dei cittadini di richiesta della riapertura del presidio dei Vigili del Fuoco,  il corpo Forestale locale ha messo a disposizione dei locali per ospitarli.

 

Da un sopralluogo risalente ad agosto 2013, risulta che i suddetti locali, seppur nuovi, sono in condizione di totale degrado e abbandono.
In seguito all’apertura della caserma a Mercato San Severino (SA), è montata  l’indignazione dei cittadini, preoccupati di vedersi sottratta la presenza del corpo dei vigili del fuoco,
se il Ministro sia  a conoscenza dei fatti esposti in premessa e se e come intende garantire ai cittadini del comune di Sarno,  già colpiti da alluvioni e in zona ad alto rischio idrogeologico, la presenza permanente e in una sede idonea del corpo dei vigili del fuoco per la sicurezza dei cittadini.

Risposta Ministero Interni Pag. 1

 

Risposta Ministero Interni Pag. 2

Commenta questo post