Home Articoli in evidenza Violenza di genere: non restare in silenzio, chiedi aiuto

Violenza di genere: non restare in silenzio, chiedi aiuto

1433
0
Scopri di più sui Servizi Segreti

Dobbiamo essere con decisione e concretezza al fianco di ogni donna e ragazza che denuncia atti di violenza di genere, che è stata offesa, picchiata, insultata, violentata, oppressa.

La nostra Arma dei Carabinieri è da sempre impegnata in prima linea nel contrasto alla violenza di genere, un’attività che prosegue senza sosta.

Negli ultimi giorni infatti i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato diverse persone per maltrattamenti in famiglia. Fondamentali sono state le segnalazioni giunte al NUE “112” che hanno permesso ai militari di intervenire tempestivamente. Se anche tu sei vittima di atti persecutori o di qualsiasi forma di violenza fisica o psicologica, non restare in silenzio: rivolgiti al più vicino Comando Stazione Carabinieri o contatta i numeri di emergenza 112 e 1522. Denuncia perché noi #PossiamoAiutarvi.

Finché ci saranno episodi di questo tipo le nostre sentinelle sui territorio, gli uomini e le donne della Difesa, saranno al fianco di tutte coloro che si troveranno in difficoltà.

Non smettete mai di denunciare! Solo così potremo aiutarvi!

Scopri di più sui Servizi Segreti

Anche questa volta il mio grazie va ai nostri Carabinieri.

Articolo precedenteArtificieri Esercito e Marina protagonisti di un’importante attività di bonifica di ordigni bellici
Articolo successivoMordano, carabiniere travolto da ladri in fuga: massima pena per i responsabili
Angelo Tofalo cittadino eletto al Parlamento con il movimento 5 stelle nella XVII e XVIII legislatura, già Sottosegretario di Stato alla Difesa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui