Home Incontri ed Eventi Persano Golf Resort.Il totale fallimento della politica nella gestione del bene comune

Persano Golf Resort.Il totale fallimento della politica nella gestione del bene comune

2779
0
persano golf resort campo da golf
Presidio: cittadini perdono lavoro, terre e futuro

“Caro Angelo,

ti mando come in accordo la documentazione del persano golf resort , il campo da golf di Persano . in breve  ti pongo una piccola cronistoria ed inseguito troverai  i file dei documenti .

 Ecco una delle tante anomalie passata nel silenzio generale, quasi assordante, di amministratori, cittadini e mezzi di comunicazione che non comunicano un bel niente che non appartenga o faccia comodo ai cosiddetti “padroni del vapore”.
La vicenda ha inizio qualche anno fà, nel 2005, in piena emergenza rifiuti allorquando la Regione Campania amministrata dal Governatore Bassolino era alla disperata ricerca di aree da adibire a discarica per i rifiuti.
Ma cosa centrano i rifiuti e le discariche che hanno inquinato e che inquinano il territorio a sud di Salerno con la realizzazione di un campo da Golf tra i Comuni di Serre ed Eboli?
Apparentemente niente se non per il fatto che la realizzazione di questa opera, insieme alla realizzazione di una centrale fotovoltaica nel territorio del Comune di Serre sarebbe servita a risarcire parzialmente la comunità del piccolo centro ai piedi dei monti Alburni gravemente danneggiato dalle scelte scellerate in materia di gestione del ciclo dei rifiuti in Campania.
Il progetto approvato dalla Giunta Regionale della Campania nella Seduta del 12 maggio 2006 – Deliberazione N. 586 – Area Generale di Coordinamento N. 13 – Sviluppo Attività Settore Terziario – Approvazione del piano progettuale presentato dal Consorzio Persano Royal Golf relativamente al contratto di investimento “Campo da golf” da realizzarsi nel Comune di Serre – Scheda 2002 del P.I. Piana del Sele – P.O.R. Campania 2000-2006 – Misura 4.5.
Nel documento che alleghiamo si evince che si tratta di un’opera gigantesca, tra le più grandi d’Europa, 130 ettari di superficie destinati a questo Campo da Golf per una spesa di circa 12 milioni di euro finanziati in parte, 6 milioni circa, con i soldi pubblici del POR Campania 2000-2006 misura 4.5.
A tutt’oggi lo stato di fatto è il seguente:
OPERE REALIZZATE:
– viabilità interna 600 mt
– strutture in legno lamellare per la copertura dei parcheggi sui 600 mt di strada
– club house non terminata. E’ stato realizzato solo il piano interrato, finito
– recinzione approssimativa perimetro area
– capannone in ferro deposito per macchinari
– 2 pozzi artesiani
– sala pompaggio acque
– allaccio alla rete idrica (regolare o abusivo?!)
– creati 9 laghi artificiali senza rispetto delle norme di sicurezza
– delle 36 buche previste, 9 soltanto sono state realizzate
– dei 130 ettari di superficie previsti dal progetto solo il 30% sono stati interessati da opere di movimento terra.
MANCANO:
– allaccio alla rete fognaria
– custodia dell’area che ha già registrato diversi furti di materiali ed attrezzatureA tutto questo dobbiamo aggiungere che:
1) Le aree sono in uno stato di abbandono, con tutti i rischi del caso quali ad esempio gli incendi.
2) Al 01/05/2013 i lavoratori, solo 8 unità a fronte delle decine previste dal progetto, non percepiscono lo stipendio da novembre 2012 per un totale di 10 mensilità arretrate.
3) la società di gestione dell’area Italian Golf Development Srl (consorzio di imprese costituita dalla Matteoli Spa, Serenissima Spa) non paga il fitto al Comune di Serre da circa 4 anni e, ovviamente non ha pagato le tasse comunali quali IMU, TARSU, acqua, ENEL etc.)
4) il Comune di Serre non ha ancora avviato nessuna procedura, neanche conoscitiva, per venire a capo di una situazione sostanzialmente bloccata
5) Nessun pubblico amministratore ha voluto mai allertare la magistratura per segnalare un grosso spreco di fondi pubblici e delle anomalie e inadempienze degli “investitori privati”
6) Addirittura nell’area è stata rilevata la presenza di resti dell’età della Roma imperiale con ritrovamenti e reperti che sono stati alienati, sottovalutati, ricoperti e messi da parte.Ecco l’ennesima occasione di sviluppo persa dal nostro territorio che si è visto arrivare l’ennesimo “piatto” confezionato servito solo per sperperare fondi pubblici.
 Un abbraccio ed un buon lavoro”
Antonio Giovine
Forum meetup di Eboli 
Questa è la segnalazione che mi hanno fatto gli attivisti di Eboli, Persano, Serre e tutti quei comuni che in qualche modo sono interessati da questa assurda vicenda.
A quel punto ho approfittato quest’estate per inserire nel #Campania #infotour questa tappa per approfondire la vicenda ascoltando tutte le voci di chi ne ha pagato le spese.

[divider]
[divider]
Previous articleLa Pedemontana biellese: ancora grandi opere inutili subite dai cittadini
Next articleIl gioco delle parti: bugie in tv di un membro Bilderberg e teatrini in Parlamento
Angelo Tofalo cittadino eletto al Parlamento con il movimento 5 stelle nella XVII e XVIII legislatura, già Sottosegretario di Stato alla Difesa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here