presentazione del libro “Geopolitica dell’esplorazione spaziale” di Marcello Spagnulo che si è tenuta presso il Centro Studi Americani

Oggi pomeriggio sono intervenuto alla presentazione del libro “Geopolitica dell’esplorazione spaziale” di Marcello Spagnulo che si è tenuta presso il Centro Studi Americani.

Abbiamo parlato di Spazio e delle sfide del terzo millennio con il Coordinatore dell’Intergruppo parlamentare Aerospazio, Niccolò Invidia, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, il Presidente dell’Agenzia spaziale italiana, Giorgio Saccoccia, il nostro Cosmonauta Walter Villadei e il professore Carlo Pelanda dell’Università Guglielmo Marconi.

L’accesso allo Spazio oggi è essenziale e lo sarà ancor di più in futuro. In questo ambiente, oltre a giocarsi le future sfide di sicurezza, si apriranno importanti opportunità di crescita e di investimento per il Paese. In tale ottica, la Difesa rappresenta un asset strategico che punta ad implementare le proprie capacita in aderenza agli “Indirizzi del Governo in materia Spaziale e Aerospaziale”.

Bisogna fare sistema perché c’è un’occasione che come Italia non possiamo perdere. Nell’ambito del bilancio UE 2021-2027 in corso di definizione, il nuovo programma spaziale prevede una dotazione di 16 miliardi di euro. Le politiche per lo Spazio potranno anche beneficiare dei fondi per l’innovazione e la ricerca previsti nel programma Orizzonte Europa, che dovrebbe disporre di più di 100 miliardi di euro per il periodo 2021/2027. A ciò si aggiunge il Fondo europeo per la Difesa, con una dotazione prevista di circa 13 miliardi di euro per lo stesso periodo. Il Fondo servirà a promuovere la competitività, l’efficienza e l’innovazione, sostenendo azioni di collaborazione tra le industrie europee e lo sviluppo di prototipi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here