Buongiorno a tutti,
Buongiorno soprattutto ai ragazzi e alle ragazze del 232° Corso che oggi hanno prestato Giuramento Solenne.

Saluto tutti gli altri allievi della Scuola Militare Nunziatella, gli ex allievi qui presenti che sono una colonna portante, saluto tutti i familiari e i parenti, molti dei quali ho visto commossi e più emozionanti di voi stessi ragazzi.

Saluto il Gonfalone della città di Napoli, della Regione Campania e della Città Metropolitana.

Saluto tutte le autorità civili, militari e religiose presenti che oggi sono venute numerosissime per farvi sentire il loro calore.

In particolare voglio salutare il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, il Generale di Corpo D’Armata Salvatore Farina, che mi ha preceduto nel discorso, perché così come il vostro Comandante, il Colonnello Cristofaro, fino a tutta la catena gerarchica, si impegnano da anni per coltivare la Scuola Militare Nunziatella, cosi come tutte le altre Scuole e Accademie che rappresentano il cuore pulsante della Difesa.

È qui che nasce la futura classe dirigente del Paese.

Vi porto un saluto da parte di tutti gli uomini e le donne del dicastero della Difesa che oggi mi onoro di rappresentare pro tempore e in particolare modo vi porto l’abbraccio affettuoso del Ministro della Difesa. 

Ragazzi e Ragazze, io ho avuto l’onore di visitare qualche mese fa la Scuola, proprio accompagnato dal vostro Comandante ed ho potuto respirare l’essenza e la grandezza storica che la rende un punto di riferimento dell’Esercito e della Difesa italiana nel mondo.
Voi da qui a qualche anno sarete classe dirigente di questo Paese, non necessariamente delle Forze armate italiane, e sebbene io me lo auguri, questa è una scelta che spetta solo esclusivamente a voi.
Molti di voi saranno magari avvocati, artisti, ingegneri come me, saranno medici, faranno le cose più diverse, ma io sono certo che chi si forma in questa Scuola diventa un cittadino italiano più consapevole, che avrà come unica stella polare, così come dovrebbe essere per qualsiasi cittadino italiano, quella dell’Interesse Nazionale.

Vi chiedo una favore: questa sera, quando sarete tornati a casa, dopo aver festeggiato con i parenti e con gli ex allievi, dedicate 30 secondi del vostro tempo a voi stessi, anche io lo facevo negli anni passati e dovrei ricominciare a farlo, guardatevi allo specchio, dritti negli occhi e se sentite il cuore battere più forte e se sentite dentro una fiamma, allora continuate a studiare in Accademia militare e cercate di diventare alti ufficiali delle Forze armate, magari potrete un giorno diventare il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito come il Generale Farina, magari qualcuno diventerà Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, come l’attuale Comandante Giovani Nistri, che proprio 49 anni fa giurò qui come voi avete fatto oggi. Magari qualcuno diventerà Segretario del Consiglio Supremo di Difesa come il Generale Rolando Mosca Moschini che saluto affettuosamente, già Consigliere Militare del Presidente della Repubblica che oggi è al suo 65esimo anniversario dal giuramento alla Nunziatella e voglio ringraziarlo a nome del Governo per i decenni di altissimo servizio, di qualità, prestato alle Istituzioni. Il mio deferente pensiero e sincero abbraccio va al Presidente della Repubblica, al Capo dello Stato,Sergio Mattarella, punto di riferimento e stella polare per ogni cittadino italiano e doppiamente per tutti noi della grande famigli della Difesa, in qualità di Capo Supremo delle Forze armate. 

Ragazzi io non mi dilungo ancora molto, voglio assistere alla cerimonia che verrà, mi sono emozionato tantissimo ad ascoltare il vostro “lo giuro”. Ho trentotto anni, prima facevo l’ingegnere e oggi faccio il politico, poco più di vent’anni fa non ho potuto fare la scelta che voi invece potete ancora fare. Se potessi tornare indietro oggi so che tenterei di intraprendere la strada per diventare Alto ufficiale delle Forze armate, voi avete ancora tantissime pagine della vostra vita da scrivere e io vi dico: fatelo sempre con forza e onore, con lealtà.

Oggi avete preso questo impegno, avete le vostre stellette e mi raccomando, dovete essere più bravi di ieri. 

Vi faccio un grande in bocca al lupo e un grande augurio. Io sono certo che molti di voi saranno la classe dirigente di questo Paese.

Vi auguro il meglio e sappiate che ovunque sarete nei prossimi anni, con tutti quelli che sono gli ex allievi e con tutti i nostri Ufficiali delle Forze armate, la grande famiglia della Difesa sarà sempre un punto di riferimento per voi e avrete sempre un posto dove tornare a casa.

Forza e Viva la Scuola Militare Nunziatella, Viva l’Esercito Italiano, Viva le Forze armate, Viva l’Italia e grazie per lo studio e il lavoro che portate avanti ogni giorno e che continuerete nei prossimi anni.

Costruite un Paese ancora migliore di quello che avete trovato.

Forza ragazzi!

Giuramento Solenne degli Allievi del 232º Corso della Scuola Militare Nunziatella dell’Esercito Italiano

In diretta da Piazza del Plebiscito per il Giuramento Solenne degli Allievi del 232º Corso della Scuola Militare Nunziatella dell’Esercito Italiano

Pubblicato da Angelo Tofalo su Sabato 16 novembre 2019

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here