Home Attività Parlamentare Maddaloni: c’era una volta il Villaggio dei ragazzi Don Salvatore D’Angelo

Maddaloni: c’era una volta il Villaggio dei ragazzi Don Salvatore D’Angelo

3122
0
Villaggio-dei-ragazzi-Don-Salvatore-D'Angelo
Villaggio-dei-ragazzi-Don-Salvatore-D'Angelo

Il Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore d’Angelo” è  un’ Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza ed è soggetto al controllo della Regione.

La Giunta regionale della Campania, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Alfonsina De Felice, nel 2009 ha approvato il disegno di legge di riordino delle IPAB (Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza).
Con questo provvedimento, viene prevista la trasformazione delle IPAB in aziende pubbliche di servizi alla persona o in associazioni o fondazioni di diritto privato.

Dalla morte di Don Salvatore D’Angelo l’istituto è stato gestito dai Legionari di Cristo, i quali hanno trasformato la gestione della fondazione da pubblica a privata.

Questa manovra non è condivisibile per l’IPAB “don Salvatore d’Angelo” poiché la trasformazione in Fondazione di diritto privato lede gli scopi istituzionali dell’istituto che nasce come ente morale.

La condizione sancita dall’atto di cessione firmato nel 1990 dal Ministero delle Finanze prevede la perdita dell’utilizzo della porzione del complesso immobiliare denominato ex caserma “Nino Bixio”, in caso di lesa degli scopi istituzionali.

Gli ultimi bilanci svelano una gestione economica in perdita di svariati milioni di euro, naturale conseguenza la mancata elargizione delle ultime mensilità ai dipendenti.

Insieme agli attivisti ho deciso di protocollare questa interrogazione indirizzata al Ministro della Cultura, dell’Istruzione e della Ricerca e al Ministro dell’Economia e delle Finanze.

[divider]

 

Interrogazione a risposta scritta in commissione

 

Al Ministro della Cultura, dell’Istruzione e della Ricerca

Al Ministro dell’Economia e delle Finanze

 

– Per sapere – premesso che:

la Fondazione “Villaggio dei Ragazzi – Don Salvatore d’Angelo” sita in Maddaloni Provincia di Caserta, era fino a poco tempo fa un Ente Morale, riconosciuto con Decreto del Presidente della Giunta Regionale della Campania,  n. 609  del 5 febbraio 1975 e che rivestiva, in base alla L. 17 luglio 1890, n. 6972 (c.d. “legge Crispi”), al D.P.C.M. del 22 dicembre 1978, pubblicato sulla G.U. del 29 dicembre 1978, il regime giuridico di IPAB .

In forza di tale status ed in virtù della legge del 28 dicembre 1989, n. 420,  si autorizzava, il Ministero delle Finanze a cedere, a titolo oneroso, la porzione del complesso immobiliare denominato ex caserma Nino Bixio.

La Fondazione Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore d’Angelo”, con Decreto Dirigenziale della Regione Campania n.4 del 26.05.2014  è stata trasformata da IPAB in ASP;

La trasformazione in Fondazione di diritto privato fa perdere gli scopi istituzionali della Fondazione, e, pertanto, ai sensi dell’art.3 della legge 28 dicembre 1989 all’art.7 dell’atto di cessione, scatta la condizione risolutiva (operante ipso iure) della restituzione del comprensorio immobiliare all’Amministrazione delle Finanze dello Stato;

la dichiarazione di indebitamento resa dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, nella seduta n. 06 del 21/06/2013, risulta di circa 14 milioni di Euro;
Se intende attivare le procedure per la restituzione, come stabilito dalla legge 420/1989 e dall’art. 7 dell’atto di cessione redatto 12.07.1990 rep.713, visto che sono venuti a mancare i presupposti a causa della trasformazione in Fondazione di diritto privato .

Se intende attivare una verifica di controllo sull’utilizzo e sulla gestione delle sovvenzioni pubbliche erogate dagli enti, ad oggi in grave difficoltà finanziaria.

 

Previous articleEuropa in pillole: Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea
Next articleEuropa in pillole: Il trattato di Lisbona
Angelo Tofalo cittadino eletto al Parlamento con il movimento 5 stelle nella XVII e XVIII legislatura, già Sottosegretario di Stato alla Difesa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here